News
LA DIAGNOSI PRECOCE PUO’ SALVARTI LA VITA: SCREENING TOMORE AL CAVO ORALE – GRATUITO NEI MESI DI FEBBRAIO MARZO 2014

La bocca può nascondere lesioni che, nel tempo, possono evolvere in patologie molto gravi e mettere in pericolo la vita.

Bastano 5 minuti del tuo tempo per individuarle e prevenire gli effetti di una diagnosi tardiva di una lesione precancerosa o di un tumore dei tessuti del cavo orale. 

Spesso ci accorgiamo della presenza di lesioni all’interno della bocca solo per l’irritazione o il bruciore che accompagna la loro comparsa. La bocca ci “nasconde” ogni alterazione che non sia direttamente visibile o percepibile dal contatto della lingua. La maggior parte di queste si risolve spontaneamente in alcuni giorni, altre richiedono una cura e guariscono.

Purtroppo alcune lesioni che nella fase iniziale non producono sintomi significativi, non guariscono. Per motivi che ancora la scienza conosce solo in parte, queste evolvono dando origine ad una formazione tumorale.

A causa della loro scarsa sintomaticità i tumori del cavo orale sono a rischio di tardività nella diagnosi, e questo compromette seriamente l’esito delle cure.

L’ispezione del cavo orale, specie se assistita da strumenti appositamente realizzati, può individuare formazioni a rischio di sviluppo tumorale o lesioni tumorali in fase precoce, consentendo di Inter- venire quando si hanno le migliori probabilità di successo.

E’ un esame semplice, del tutto confortevole e che richiede pochi minuti. Si impiega uno strumento che emette una luce con una particolare lunghezza d’onda: al suo passaggio le cellule sane producono una fluorescenza ed appaiono di un colore verde vivo, le cellule alterare non producono fluorescenza ed appaiono scure. 

SCARICA LA BROCHURE INFORMATIVA


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali sono i limiti della osservazione visiva?

Anche un clinico esperto non sempre riesce ad individuare lesioni pericolose, l’utilizzo di questa luce ad alta intensità stimola una risposta delle nostre cellule sane tramite fluorescenza, al contrario cellule alterate non emettono fluorescenza.

Come viene eseguito l’esame?

La tecnologia ci permette in pochi minuti di eseguire un accurato screening della bocca, senza alcun tipo di disagio.

Cosa ci permette di vedere?

Vengono evidenziate tutte le alterazioni dei tessuti orali, in questo modo è possibile monitorare con più precisione tali alterazioni spesso non visibili ad occhio nudo in queste fasi iniziali

Quali sono le persone più a rischio di tumori della bocca?
I fattori di rischio più frequentemente associati sono il fumo, l’assunzione di alcol e le condizioni di traumatismo interno della superficie interna della bocca (ad es. protesi incongrue, errato posizionamen- to di protesi dentarie, etc. )